DOMENICO CLERICO ARTE 2020

Dall’approccio di caldo cioccolato al latte, dando poi spazio alla frutta rossa come ciliegia, fragola e mora per passare a note balsamiche di liquirizia e menta. La parte fruttata si amplia lenta ma inesorabile. Cocomero.

Fresco di frutta rossa e agrumi, dall’arancia alla fragola, poi mora, ribes e mirtillo, ancora qualcosa di limone in scorza e un tannino discreto e croccante a dare un saluto. Avvolgenza sapida.

Lungo e agrumato, ribes e limone, fragola e arancia, mora e ciliegia per salutarsi poi su un lungo strascico sapido.

Vino di indubbio valore, dotato di longevità importante che andrà da una parte a smussare le asperità palatali e magari a limitare l’influsso importante del legno, che resta comunque ben integrato, simbolo del percorso della Cantina in questi ultimi quattro decenni.

IBT 90