FRANCO CONTERNO – VISITA IN CANTINA

FRANCO CONTERNO – VISITA IN CANTINA

Avete mai visto il Paradiso da vicino?

Lunedì 25 Maggio, un gradito ritorno in cantina per me. Non potevo non tornare nelle Langhe per andare a visitare una cantina che ho avuto il piacere di conoscere a inizio anno, a Grandi Langhe: Franco Conterno – Cascina Sciulun. Premessa, i Conterno in Langhe sono molti ma Franco non è parente diretto di nessuno di essi, Monforte conta 300 Conterno su 2000 abitanti per cui l’omonimia è dietro l’angolo.

Sono nel comune di Monforte d’Alba, uno degli 11 del Barolo, eppure la distanza geografica dal centro di Barolo è di pochi chilometri (cinque minuti in auto), prima di salire sulle colline e trovare la Cascina Sciulun, sede dell’azienda, e trovarsi un panorama da vero paradiso. La Cascina è circondata da vigne in ogni direzione, le dolci colline pettinate di Bussia, la parte più a nord della Menzione.

Mi accoglie Daniele Conterno, classe 1988, responsabile dell’azienda con il padre Franco, il fratello Andrea e mamma Vilma. Daniele mi porta a spasso per l’azienda mostrandomi l’importante ampliamento dell cantina di pochi anni fa, un passaggio obbligato per avere lo spazio necessario per occuparsi di tutti i vini che l’Azienda produce. Una cantina viva nonostante l’immobilismo di questi giorni di lock-down, dove i vini continuano a respirare e ci si prepara alla prossima vendemmia.

La degustazione è ampia, l’azienda produce bianchi e rossi: Arneis, Nascetta, Chardonnay, Freisa, Barbera, Nebbiolo e i quattro Barolo, Pietrin, Panerole, Riserva Bussia e Riserva 7Anni. Livello importante, il punto in comune è il rispetto per l’uva e la minore manipolazione possibile in cantina, dando voce a questo paradiso in terra. Bussia regna.

Grazie a Daniele e all’azienda per la splendida ospitalità. Recensioni nelle prossime settimane.

Ho scritto un libro sul Barolo consultabile qui.

Lascia un commento