Lupulus Hopera

lupulus-hopera

Torno in Belgio per questa Lupulus Hopera, una Pale Ale con abbondante luppolatura che insieme a Organicus, Blanche e Hibernatus va a completare la gamma del birrificio nella linea da 33cl, le canoniche bottigliette. Dal sito web (peraltro con testi in italiano, segno che il nostro mercato è importante) vedo che l’azienda è nelle mani della famiglia Gobron, ma la storia è un po’ più complicata. Pierre Gobron fonda il birrificio nel 2004, dopo aver aperto e gestito la Brasserie Les 3 Forquets (primo nome del birrificio fino al 2016) e aver collaborato con la Brasserie L’Achouffe che molti conoscono. Pierre fa tesoro delle proprie esperienze e crea il birrificio, andando a rinnovare il marchio con alcune mosse intelligenti. Lupulus si trova nelle Ardenne, in Belgio: l’etichetta si riconosce tra mille. Ma adesso basta con le parole: beviamo questa Hopera!

Scadenza: 05/01/2020
Lotto: 2346
ABV: 6%

Aspetto: schiuma bianca, molto fine e piuttosto persistente; colore ambrato mediamente torbido.

lupulus-hopera

Naso: note erbacee di media entità, pepe bianco e scorza d’arancia, note di cedro e scorza di lime. Freschezza prolungata.

Palato: carbonazione medio-alta, pepe nero e spezie a colpire la punta della lingua, poi tracce citriche, lime, cedro e scorza d’arancia, insieme a echi di banana acerba e malto piuttosto secco. Intensità media, ben gestibile.

Finale: secco, ampia salivazione, amaricante dato dal luppolo, ancora agrumi, scorza di limone e zenzero. Persistenza sopra la media.

Commento: la semplicità porta alla vittoria, se per vittoria intendiamo “un altro sorso”. Belgian IPA di buona fattura e discreta intensità, bevibilità piuttosto alta.

Valutazione: 7,5/10

2 pensieri riguardo “Lupulus Hopera

Lascia un commento