Imprinting molto diretto, vellutato sulla frutta rossa succosa, arancia sanguinella e fragola, non scevra di una discreta profondità colorata di note sapide, ematiche e ferrose, cenni balsamici e spezie rosse. Caramella all’arancia.

Succosamente identico al naso, con l’arancia a fare da apripista all’ampio corredo di frutta rossa, fragola e mora, cenni speziati ed ematici, il tannino a percepirsi distintamente solo in un secondo momento. Palato da campionato di beva.

Persistenza medio/lunga su note ematiche e di fragola, cenni sapidi e citrici, tannino avvolgente ma non urticante. Degna conclusione.

Cannubi interessante a dir poco, complice una beva già consolidata al palato nonostante le ferme durezze di un cru che, pur potendo, gioca sempre al gatto sornione, come ribadito anche da questa bottiglia. Bravissimi.

IBT 93