Highland Park 1991/2012 (Douglas Laing, 2012, 53,6%) Cask 9200

highland-park-21-year-old-1991-cask-9200-directors-cut-douglas-laing-whisky

Naso: una ventata di torba e sale ci accoglie. Lo sherry emerge gradatamente sotto forma di frutti rossi, amarene principalmente, poi anche prato falciato. C’è anche un lato vagamente vanigliato che si accompagna agli agrumi, abbastanza netti. Medicinale. Aumenta un sentore di aia, quasi di stalla, insieme a spezie (sicuramente zafferano). La torba c’è ed è estremamente calcolata. Cipolle fritte (sto esagerando?)? La marinità si spegne via via che rimane nel bicchiere.

Gusto: pane, limone, abbastanza agrumato, la torba è piuttosto scura (zucchero di canna), il malto è vigoroso, liquirizia e vaniglia, molto caldo e pieno, alcol al punto giusto. Frutta rossa acidula.

Finale: mentolato, malto, poca torba, cacao e caffè.

Commento: questo è un gran whisky. Un Highland Park scelto con cura preso al momento migliore della maturazione in botte. Le componenti sherried sono appena appena accennate, danno qualche nota di colore, la torba è presente e calibrata al millesimo, il malto è solido e l’invecchiamento è ottimale. Bravo Douglas Laing e bravissimo Highland Park.

Valutazione: 90

Lascia un commento