PIERCARLO CULASSO BARBARESCO DUESOLI FASET 2018

Si avverte un filo di legno a introdurre il bouquet, con la consueta ampiezza, dall’importante vena balsamica ed ematica, rame e fragola, radice di liquirizia e mirtillo, mora e lampone. Discreta complessità con note pulite.

Freschezza agrumata di limone e scorza di arancia, a consolidarsi con un tannino importante che cresce nel tempo, dotato di un bagaglio sapido importante. Cenni di frutta rossa, ribes e mirtillo, mora, dalla buona finezza. Palato importante ma non grasso, giocato sull’affilatezza.

Lungo e compatto, note sapide ma soprattutto agrumate, arancia, con la frutta rossa a distendersi a lungo, mirtillo, ribes e mora.

Vino importante che va atteso ancora un attimo, giocato sicuramente sull’eleganza ma anche su una certa fermezza del palato, dove le durezze la sanno ancora lunga. E continueranno a farlo per almeno un paio di decenni.

IBT 92