SCHIOPETTO FRIULANO 2018

SCHIOPETTO FRIULANO 2018

Per parlare di Schiopetto ci vuole il rispetto che merita una cantina storica: Mario Schiopetto nasce nel 1930 e dal 1965 crede nel territorio producendo vini a suo nome, con la stessa bella etichetta sgargiante che vediamo ancora oggi. La cantina si trova a Capriva del Friuli, in provincia di Gorizia, e la proposta è fortemente territoriale: con i suoi terreni in quattro veri e propri cru la Cantina è un pilastro della denominazione Collio DOC. Bevo oggi il Friulano annata 2018, vino prodotto dal 1965 e con un passaggio di vari mesi in acciaio. Come sempre, occhio alla temperatura dei bianchi: consistenti cambi di espressività.

Ampio e intenso, le note fruttate sono supportate da un fronte minerale evidente. Ananas, pompelmo e limone, con un filo di lime e cedro. La mineralità si traduce in note ferrose, mentre l’ossigenazione regala altre sfumature, frutta con guscio e agrumi.

Ampiezza evidente, ma è una vera invasione del palato con note pulite. Teso, ma anche rotondo: peculiare. Ancora ananas e pompelmo, con gli agrumi a sottolineare la vena fresca e minerale.

Molto lungo e intenso, agrumato e citrico, tracce minerali a proseguire.

Bella bottiglia, e più di tanti rossi sarei curioso di vederlo tra dieci anni. Palato unico, una ottima declinazione di questo vitigno. Assaggio obbligatorio!

IBT 91

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.