BRUNO ROCCA BARBARESCO RISERVA CURRÁ 2014

BRUNO ROCCA BARBARESCO RISERVA CURRÁ 2014

Un altro tassello importante nella cartina del barbaresco è Bruno Rocca, azienda presente sul territorio dal 1864 e oggi saldamente nelle mani della quinta generazione con Luisa Rocca e Francesco, figli di Bruno. La produzione di Barbaresco si suddivide tra un assemblaggio, due cru, due riserve sempre cru e la selezione Maria Adelaide. Sono in compagnia della Riserva Currá annata 2014, storico cru condiviso con altre aziende. Bruno Rocca arriva a produrre 2200 bottiglie di questa Riserva e vado ad assaggiare con Luisa la bottiglia numero 534. Grandi aspettative.

Liquirizia e fragola, con una bella mora ad ampliarsi dopo qualche momento. Balsamico di eucalipto e sambuco, echi terrosi e di cacao amaro. Ampio e austero, ottimo naso.

Anche qui l’ampiezza è notevole, il tannino giunge a sostenere la parte fruttata, fragola, mora e ciliegia, poi liquirizia e cioccolato al latte, sempre con una austerità invidiabile e leggiadra.

Lungo, succo di ciliegia e fragola, spezie e terra, pepe nero di grande complessità.

Eccellente, l’annata è evidente e rimane in sottofondo donando austerità, una complessità in costante evoluzione al naso. Da tenere in cantina e goderne fra tanti anni, vino di longevità enorme.

IBT 94

Un pensiero riguardo “BRUNO ROCCA BARBARESCO RISERVA CURRÁ 2014

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.