Osservatorio Permanente della Birra Industriale

Osservatorio Permanente della Birra Industriale

Un titolo altisonante per un nuovo progetto: questa pagina nasce per dare un senso alla mia passione per la birra, anzi per le birre, tra cui non si può non menzionare le birre industriali. Ora, come dice qualcuno non esiste la BIRRA ma esistono le BIRRE, e da qualche anno sto assistendo a una contrapposizione tra birra industriale e birra artigianale, ben sapendo che questo scontro non è una lotta ad armi pari. I volumi, gli introiti, il numero di persone coinvolte non sono paragonabili.

Cosa è la birra industriale?

Per me, birra industriale significa birra prodotta da impianti grandi, da aziende che si occupano anche di altro e in cui la proprietà è di solito di un gruppo di azionisti che, con tutta probabilità, ignorano come si fa la birra. Questo settore si occupa di rifornire settore Horeca e settore GDO lasciando uno spazio minimo e non sufficiente per la birra artigianale, che invece è rappresentata da aziende piccole, con poco personale, che sa (o dovrebbe sapere) cosa sta facendo, cosa è una cotta, come si usano gli ingredienti, etc. Questa contrapposizione non è qualitativa, non intendo dimostrare nulla, voglio solo parlare delle caratteristiche organolettiche e degustati delle birre industriali. Per ciascuna menzionerò il prezzo, la catena GDO in cui ho trovato il prodotto, la società a cui fa riferimento.

Perché lo faccio?

Il mio profilo Instagram è prettamente dedicato al vino, e tra i miei contatti vedo molti che bevono anche birra industriale, a volte elogiandone la qualità intrinseca. A mio modo di vedere, per chi dice di apprezzare grandi vini e grandi cantine, stride vedere accostati a tali etichette delle birre prodotte con ingredienti di livello non adeguato, conservate male, il cui trasporto è a me ignoto ma di certo non a regola d’arte.
Inoltre, negli ultimi 10 anni avrò bevuto qualche migliaio di birre artigianali: non sono un esperto, ma penso di poter porre un discrimine sulla qualità del mio bicchiere. Ho trovato anche birre artigianali non accettabili, ma come a volte il vino sa di tappo, può capitare che qualcosa sia andato storto. Esempio anche il vino naturale, in cui alcuni appassionati cercano appositamente il difetto (la puzzetta, il Brett, etc.) per definirlo come naturale.

Elenco delle Birre degustate

NomeAziendaProvenienzaTipologiaGradazioneFormatoPrezzoPrezzo/LitroCatenaIBT
Tuborg Original GreenCarlsbergItalianon specificato5%0,330,982,97Carrefour3/10
Barley ClassicVan Pur SAPoloniaLager4%0,50,51,00Carrefour3/10
Guinness Draught StoutGuinnessItaliaStout4,2%0,331,54,55Carrefour4,5/10
Ichnusa Non FiltrataHeinekenItaliaLager5%0,51,492,98Carrefour3,5/10