HENRI BOURGEOIS PETIT BOURGEOIS SAUVIGNON BLANC 2011

HENRI BOURGEOIS PETIT BOURGEOIS SAUVIGNON BLANC 2011

Ma quanto è buono il Sauvignon Blanc? Parecchio, e non è un caso che in tutto il mondo ci siano tentativi di produzione di varia qualità. Ma partiamo dall’origine, ovvero la Francia, dove questa uva è di casa e si esprime ottimamente. Siamo nella valle della Loira, la cantina Domaine Famille Bourgeois possiede diverse decine di ettari con qualche parcella nei cru che contano, mentre la bottiglia in oggetto è l’entry level, un affinamento veloce di tre mesi prima della bottiglia. Notare il (quasi) decennio dalla vendemmia: cosa sarà cambiato in un vino studiato per il consumo immediato?

Ampio, con un leggero idrocarburo a dare il benvenuto. Questione di poco, si comincia con una bella nota di frutta fresca, pesca, limone, melone giallo e albicocca, poi ampia nota minerale e iodata. Lime fresco, crema al limone, paste secche. Salvia e note caratteristiche del vitigno.

Fresco, sapidità in crescendo, di ottima struttura. Agrumi e frutta gialla, limone, lime, melone e ananas, ma è la parte sapida e minerale a emergere con carattere. Ottime spezie.

Lungo ed estremamente pulito, agrumi e note minerali, spezie e sapidità.

Niente pipì di gatto (per carità), quanto un vino evoluto e che dopo tanti anni di bottiglia sembra nato ieri. Frutta e sapidità si danno battaglia fino alla fine, vino che finisce troppo presto (come è proprio della maggior parte dei vini francesi).

IBT 91

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.